Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma è partner del Festival Artscape 2023!

2
L’Istituto Italiano di Cultura è partner del festival Artscape 2023 Vänersborg

 

Artscape è un’iniziativa che si tiene ogni anno in una città diversa della Svezia, con l’obiettivo di valorizzare l’arte murale come arte pubblica. Tappa 2023 dell’evento è Vänersborg, nella Svezia sud-occidentale. Tra il 14 e il 25 agosto del 2023 sono stati dipinti nove grandi murales da artisti svedesi e internazionali.

Il progetto è organizzato dall’Associazione Artscape, in collaborazione con il Forum Vänersborg, la municipalità di Vänersborg, la regione Västra Götaland e Nordsjö Färg.

Quest’anno, grazie all’intervento del nostro Istituto, lo street artist italiano Etn!k ha preso parte al Festival, per il quale ha realizzato un grande murale sulla facciata di un edificio nel centro della città.

Il tema di questa edizione è una reinterpretazione della storia dell’arte in una forma che ricordi il gioco del “telefono senza fili”.

Gli organizzatori hanno scelto nove opere d’arte che tutti conoscono e chiesto ad altrettanti scrittori di comporre un breve testo ispirato a ognuna di esse. A quel punto, ciascuno dei nove street artist ha ricevuto uno dei testi da usare come punto di partenza per la propria creazione, ma senza sapere quale fosse l’opera d’arte a cui gli scrittori si erano ispirati.

Nel caso di Etn!k l’opera d’arte di partenza era “Composition with Red Blue and Yellow” di Piet Mondrian, a partire dalla quale lo scrittore svedese Max Dahllöf ha redatto il seguente componimento, poi consegnato all’artista italiano:

La bellezza è rimasta…
Ha portato tutto con sé.
Non ho più niente da dire, niente da esprimere.
Qui mi siedo vuoto, con i miei spigoli vivi. Quadrato su un pianeta rotondo.
Quando tutto ciò che è bello viene portato via, ciò che rimane è un appartamento da scapolo. Dove ha lasciato un cuscino rosso, uno blu e uno giallo.
Indosso i vestiti nuovi dell’imperatore.
(Tradotto dallo svedese)

Tale esperimento creativo ha permesso di esplorare che cosa rimane in seguito a varie reinterpretazioni e passaggi da un linguaggio artistico a un altro. Le “catene creative” finali verranno documentate in una pubblicazione ed esibite in una mostra locale.

Etn!k (Alessandro Battisti) è una delle figure più longeve della street art italiana. Ha cominciato a dipingere graffiti nei primi anni ’90 ed è diventato un artista prominente nella street art italiana all’inizio degli anni 2000 con un muralismo sperimentale che mescola le classiche tag con forme architetturali. La sua arte, caratterizzata da un effetto 3D, sembra tratta da un videogioco, combinando forme geometriche colorate al fine di creare strutture urbane futuristiche. Etnik mira a rappresentare la città e metterla in discussione tramite composizioni astratte, che siano dipinti, sculture o installazioni. È nato a Stoccolma, ma vive e lavora a Torino.

Clicca qui per vedere il video sul lavoro di Etn!k.