Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Enchanting Architecture

Enchanting Architecture. The Italian Cultural Institute in Stockholm by Gio Ponti, pubblicato nel 2020 in lingua inglese, celebra l’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma, gioiello architettonico progettato e arredato da Gio Ponti. Il famoso architetto italiano ha realizzato un progetto “classico moderno” dove lo slancio architettonico e quello artistico si fondono, superando i limiti posti dalle sue tendenze contemporanee. Gio Ponti è riuscito a dare vita ad un progetto dove gli spazi, seppur organizzati per funzione, si susseguono in un gioco armonico di linee spezzate e tonalità diverse. Ferruccio Rossetti assistette Ponti a Stoccolma, Carlo Maurilio Lerici sostenne finanziariamente il progetto e Pier Luigi Nervi progettò la copertura dell’auditorium. I saggi contenuti in questo volume si propongono di esaminare le vicende legate alla commissione del progetto stesso, alla progettazione e realizzazione dell’edificio e del suo interior design. I testi sono accompagnati da una selezione di immagini tratte dall’archivio storico dell’Istituto, recentemente riordinato e reso accessibile, e da una serie di foto scattate da Luciano Romano.

‘For the lovers of architecture’ and for those who wish to get to know the building designed by Gio Ponti to host the headquarters of the Italian Cultural Institute in Stockholm, this book is the promise of a story at the heart of which Ponti himself described as ‘one of the most wonderful episodes of my life.’
– Maria Sica (Direttrice dell’IIC 2018-21)

Prefazione di Mario Cospito (Ambasciatore d’Italia nel Regno di Svezia 2017-21)
L’edificio che ospita dal 1958 la sede dell’Istituto italiano di Cultura di Stoccolma è uno straordinario biglietto da visita della cultura del Bel Paese in terra di Svezia. Grazie alla lungimiranza e generosità di Carlo Maurilio Lerici e alla genialità di tre grandi architetti e designer del Novecento, Gio Ponti, Pier Luigi Nervi e Ferruccio Rossetti, fu possibile progettare e realizzare l’attuale struttura, vera e propria vetrina della più bella Italia di quegli anni. Le armonie architettoniche ben si coniugano con gli oggetti del design italiano dell’epoca, disegnati dallo stesso Ponti e prodotti dalle aziende Cassina, ArredoLuce e Cagliani & Marazza. Da oltre sessant’anni il nostro Istituto di Cultura, grazie alla sapiente attività promozionale dei suoi Direttori, è diventato la Casa della cultura italiana in Svezia: nei suoi spazi si alternano mostre di pittura e fotografia, concerti di musica da camera e rappresentazioni teatrali, seminari e convegni, corsi di lingua e proiezioni cinematografiche. Tanti sono stati gli illustri esponenti del panorama culturale italiano e svedese che hanno calcato i suoi ampi spazi, in un meraviglioso connubio dei due mondi, permettendo il rafforzamento delle relazioni culturali bilaterali e la migliore percezione di un messaggio culturale più moderno del nostro Paese. A testimonianza del suo ruolo trainante, il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, e il Sovrano di Svezia, S. M. Carlo XVI Gustavo, hanno svelato una targa in occasione del sessantesimo anniversario di attività dell’Istituto. Questa pubblicazione, grazie agli scritti degli studiosi che vi hanno contribuito e al ricco apparato iconografico che ne illustra le fasi e i dettagli artistici, guida il lettore, con garbo e sapienza, alla scoperta delle storie e dei tesori custoditi al suo interno.

La copertina

 


Il volume è in vendita presso l’Istituto (Gärdesgatan 14, Stoccolma) e a questo link.

Approfondimenti
  • Testi di A. Alici, G. Bellucci, D. Dardi, F. Irace, S. Licitra, A. Rispoli, M. Sica, F. Whitling
    A cura di Maria Sica
    Traduzione di Sylvia Notini
    Foto di Luciano Romano

    ISBN: 9788874399604
    LINGUA: inglese, italiano
    DATA DI PUBBLICAZIONE: 2021-07-12
    EDITORE: Five Continents Editions
    PAGINE: 192