Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Presentazione di “Dödligt sårad” (Ferito a morte) di Raffaele La Capria

Ferito a morte di Raffaele La Capria è considerato unanimemente uno dei grandi capolavori della letteratura italiana del dopoguerra.

L’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma ha voluto colmare la mancanza di una traduzione svedese del romanzo pubblicandolo nella propria collana Cartaditalia.

Il volume, uscito a fine 2021 per celebrare i sessant’anni dalla vittoria del Premio Strega, è stato tradotto da Vibeke Emond, con una introduzione di Silvio Perrella, esperto e amico di Raffaele La Capria, nonché curatore del Meridiano Mondadori dedicato a questo scrittore.

A pochi mesi dalla scomparsa di La Capria, giunto alle soglie del secolo di vita, l’Istituto vuole onorarne la memoria con una serata dedicata a Ferito a morte. Oltre alla traduttrice Vibeke Emond e a Silvio Perrella, interverrà Luminitza Beiu-Paladi, professore emerito in Letteratura italiana presso l’Università di Stoccolma.

L’evento si terrà in italiano con traduzione in svedese.

Durante la serata sarà inoltre possibile acquistare il libro a un prezzo ridotto.

Prenotazione non più disponibile

  • Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura "C.M. Lerici"
  • In collaborazione con: Folkuniversitetet