Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Segreti barocchi: Un italiano in Scozia. Concerto dell’ensemble Aqua Felix

Maria De Martini
Anno nuovo, nuovo ciclo di musica barocca. Dopo il successo di Voci barocche lo scorso anno, quest’anno vi proponiamo un percorso di quattro concerti alla scoperta di figure poco note del barocco italiano, riscoperte attraverso studi filologici e musicali recenti.

 

Cominciamo venerdì 19 gennaio, alle ore 18, con il concerto dell’ensemble Aqua Felix, composto da Maria De Martini (flauto), Silvia De Maria (viola da gamba) e Giorgia Zanin (tiorba). Il programma consiste di brani tratti da A collection of Old Scots tunes, una collezione di componimenti dell’italiano Francesco Barsanti (ca. 1690-1775), uno dei più interessanti musicisti italiani attivi in Gran Bretagna nella prima metà del Settecento. È stato un compositore in grado di combinare il colto con il popolare, lo stile italiano con quello locale, il ‘barocco’ con il pre-barocco e lo stile galante. Sentiva fortemente il fascino di quella che in terra britannica si definiva «ancient music», vale a dire la musica composta dall’epoca rinascimentale in avanti secondo le regole e l’estetica dello stile antico.

Il concerto permetterà di ammirare il virtuosismo della composizione musicale antica, in specie per il flauto, strumento di cui Maria De Martini restituisce a pieno le colorature e la possibilità espressive.

 

Il programma sarà così suddiviso:

da: collection of Old Scots tunes (Edimburgh, ed. Alexander Baillie 1742) Bonny Jane

Sonata II in Do maggiore (London, ed Walsh 1724)

Adagio – Allegro – Largo – Presto

da: A collection of Old Scots tunes (Edimburgh, ed. Alexander Baillie 1742) Logan Water 

Sonata I in Re minore (London, ed. Walsh 1724)

Adagio – Grave – Allegro assai

da: A collection of Old Scots tunes (Edimburgh, ed. Alexander Baillie 1742) Ettrich Banks

Sonata V in Fa maggiore (London, ed Walsh 1724)

Adagio – [Fuga Allegro] – Siciliana Largo – Minuet

da: A collection of Old Scots tunes (Edimburgh, ed. Alexander Baillie 1742) Katherine Oggie

Sonata III in Sol minore (London, ed Walsh 1724)

Adagio – Allegro – Largo – Gavotta – Minuet

da: A collection of Old Scots tunes (Edimburgh, ed Alexander Baillie 1742) Cromlet Lilt’s

Aqua Felix è l’acqua che sgorga nelle campagne di Palestrina, incanalata da Sisto V sul finire del Cinquecento per bagnare i colli di Roma, e che ancora oggi alimenta gran parte delle fontane del centro storico, a rappresentare idealmente la linfa vitale del grande Barocco romano. Aqua Felix raccoglie anche le variopinte esperienze musicali di alcuni musicisti, che ormai da diverso tempo svolgono una intensa attività concertistica e didattica in Italia e all’estero. Oggi scorre per dissetare tre colleghe e amiche, che condividono un rapporto appagato e creativo con la musica antica. L’autenticità delle loro interpretazioni non risiede solo nella fedeltà alle fonti della prassi esecutiva storica. È piuttosto un’adesione sentimentale, una risonanza fra passato e presente, nutrita dall’intimità con musica e musicisti del passato, che essi credono di avere raggiunto in anni di operoso errare nel tempo e nello spazio. Il gruppo ha recentemente debuttato con un disco dedicato alle Sonate di Francesco Mancini, pubblicato da Da Vinci Classics e con acclamati concerti in Italia e all’estero.

 

Maria De Martini si è diplomata in Flauto Dolce al Royal College of Music di Londra e in Fagotto Barocco presso il Conservatoire Populaire de Musique Ancienne di Ginevra. Da molti anni svolge un’intensa attività concertistica in tutto il mondo in veste di solista o in gruppi cameristici ed orchestrali, ma principalmente si dedica alla produzione artistica dell’Ensemble Aqua Felix. Come flautista ha registrato, tra gli altri, i concerti Brandeburghesi di J. S. Bach e il concerto in do minore per flauto dolce e orchestra di Antonio Vivaldi. È titolare della cattedra di flauto dolce presso Conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila dove svolge un laboratorio di musica d’insieme per strumenti antichi. È inoltre docente di fagotto barocco al Conservatorio Ottorino Respighi di Latina e regista di spettacoli di teatro musicale.

Silvia De Maria è diplomata in viola da gamba e pedagogia musicale presso il Centro di Musica Antica del Conservatorio di Ginevra (Svizzera), dopo aver conseguito il diploma in pianoforte e viola da gamba presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Si è esibita in formazione cameristica e orchestrale, sia in veste di solista che di continuista, nelle sale da concerto più prestigiose in Italia e all’estero. Ha preso parte a molti festival specializzati in musica barocca e ha collaborato con numerosi ensemble. Parallelamente all’attività concertistica, si dedica alla ricerca musicologica. Ha pubblicato due edizioni da lei curate contenenti cantate sacre di musicisti milanesi. Appassionata di pedagogia, si dedica con entusiasmo all’insegnamento della viola da gamba dal 2008. Attualmente insegna presso il Conservatorio Statale di Musica “Ottorino Respighi” di Latina.

Giorgia Zanin (Vicenza, 1997) si diploma in liuto a febbraio 2021 presso il Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza sotto la guida del Maestro Terrell Stone. Attualmente frequenta il corso di Biennio Accademico presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma. Nel 2018 ha vinto la selezione per la ONBCI (Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori Italiani). Nello stesso anno, come membro dell’ensemble “O Vive Rose”, ha vinto il secondo premio con menzione speciale al concorso Premio Fatima Terzo e l’anno seguente col gruppo “Chroma Baroque Ensemble” si è posizionata in finale al “Premio Nazionale delle Arti”. Nel 2019, con il mezzo soprano Elisa de Toffol ha partecipata al programma televisivo olandese “Podium Witteman” ottenendo una seconda messa in onda come miglior performance del 2019. Inoltre ha partecipato, come continuista, al Tour “Gospel-baroque” con la Holland Baroque Orchestra suonando nelle sale da concerto più importanti olandesi. Si è esibita, sia in qualità di solista che in ensemble, in importanti festival di musica antica italiani ed europei.

Prenotazione non più disponibile

  • Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura "C.M. Lerici"